L’azienda e il territorio

A nemmeno un chilometro dalla villa si trova Villa Manin-Antonini, in Borgo Calcina, a Moruzzo. Eretta su una costruzione precedente, venne costruita nel 1668 ed ampliata, subendo ulteriori rimaneggiamenti nei secoli successivi. La villa appartenne al nobile casato dei Manin, che si erano stabiliti a Udine sin dal secolo XIV, vantando anche un doge tra i suoi membri (Lodovico Manin, 1789).

Sul nostro sfondo c’è il meraviglioso Castello di Villalta, il più importante maniero medievale del Friuli che con la sua aria fiabesca si staglia nitido sul tramonto. La sua storia si perde nella notte dei tempi, come lo attestano fondamenta romane e tracce di un castelliere. Il documento più antico conosciuto risale al 1158, varie volte assediato, distrutto e riedificato. Vive tutti gli avvenimenti più importanti della storia del territorio: l’occupazione da parte della Serenissima, dalle truppe napoleoniche e l’ insediamento di un comando Austro-Ungarico dopo la disfatta di Caporetto.

Secondo i documenti è antecedente al 1200 e fu assediato, distrutto e ricostruito diverse volte. Leggenda narra che tutt’oggi, con la luna piena, il fantasma di Ginevra di Strassoldo si aggiri vicino alle sue mura.

L’Azienda del Poggio ha sede lungo la strada che collega Martignacco a Moruzzo, poco prima di raggiungere l’antico Castello e l’abitato di Villalta di Fagagna, delimitata ad ovest dal rio Volpe ed a est dalla Collina delle Volpi. Da qui nasce l’idea di comunicare con il simbolo della volpe lo stretto legame dei nostri prodotti con il territorio. Questa zona è conosciuta per i suoi paesaggi di estreme bellezza e per la natura incontaminata, per i piccoli borghi ancora intatti e per la famosa Strada dei Castelli e del Prosciutto.

 L’Azienda si trova proprio nel punto di incontro fra i comuni di Fagagna, Martignacco e Moruzzo e nascosto in piccolissimo prato ci sono le tre pietre che segnano i la divisione dei confini. 

Fagagna è uno dei borghi più belli d’Italia, dove si viene accolti dalle cicogne dell’Oasi dei Quadris, salendo il colle con i ruderi del castello si può godere degli incantevoli panorami sul territorio.

Fagagna, inoltre è inserita nel percorso de “La strada dei castelli e dei sapori del Friuli collinare”.

Nel Museo della vita contadina di Cjase Cocél, adagiato in un grande e antico casolare rurale tutto in sasso, si possono scoprire i riti della vita contadina friulana a inizio Novecento e persino la tradizione dei merletti.

Ogni prima domenica di settembre, dal 1861, nella piazza di Fagagna si svolge la tradizionale “Corse dai Mus”, la Corsa degli Asini.

A pochi km da qui si trova l’antica cittadina di San Daniele, famosissima in tutto il mondo per i suoi prosciutti.